Sorveglianza radiometrica

Home / News / Sorveglianza radiometrica

L’Art. 2 del D.Lgs. 100/2011 stabilisce altresì, per un periodo transitorio, quali sono i prodotti semilavorati metallici sui quali deve essere effettuata la sorveglianza radiometrica in attesa dell’emanazione del D.M. (l’elenco è riportato nell’Allegato I al D.Lgs.).
A più di un anno dall’introduzione degli obblighi relativi alla sorveglianza radiometrica vengono quindi individuati seppur in maniera provvisoria quali siano i prodotti rientranti nella definizione di semilavorati metallici da sottoporre a controllo. La mancanza di chiare indicazioni al riguardo è infatti stata causa di difformità applicative da parte delle autorità preposte in sede locale a tale verifica e di distorsione di traffici, a livello nazionale come a beneficio di altri Stati membri dell’UE.
In linea generale si osserva come l’elenco dei prodotti risulti particolarmente nutrito, ma soprattutto Fedespedi ha avuto modo di segnalare ancora lo scorso 26 luglio al Ministero competente, nell’ambito del Tavolo per la Trade Facilitation, le proprie riserve relativamente al provvedimento, chiedendo chiarimenti al fine di comprendere il fondamento normativo da cui deriva l’obbligo di tali adempimenti, ravvedendo in tali disposizioni un rischio di distorsione dei traffici (Best practices 2° serie).
Ci riserviamo di tornare in argomento con ulteriori aggiornamenti, a seguito di eventuali circolari dell’Agenzia delle Dogane.

Qui potete scaricare il D.LGS. 100/2011 CHE MODIFICA IL D.LGS. 230/1995