Dogane – Sentenza Corte Cassazione

Home / News / Dogane – Sentenza Corte Cassazione

La Corte di Cassazione ha richiamato al rispetto dei principi espressi dalla Corte di Giustizia Europea con la “sentenza Equoland”: equiparazione dell’IVA all’importazione ad un tributo interno, riconoscimento del meccanismo del reverse charge ai fini dell’assolvimento dell’IVA.

In stretta connessione con i principi della sentenza Equoland, la Corte reputa applicabile, ai fini delle sanzioni, l’articolo 13 del Dlgs. 472/97 ed ha richiamato il rispetto del criterio di proporzionalità delle stesse potendosi ritenere l’immissione virtuale, in assenza di un fattispecie più grave (frode o danno all’erario), una violazione formale alla luce del tardivo pagamento.

Vi rammentiamo che Confetra ha chiesto alla Commissione Europea, nell’ambito delle procedure EU Pilot, di esaminare la compatibilità col diritto comunitario della disciplina italiana dell’IVA in dogana, in particolare la solidarietà di soggetti terzi che non possono detrarre l’imposta (come i rappresentanti indiretti o i gestori dei depositi IVA).